Con “protezione civile”  si intendono tutte le strutture e le attività messe in campo dallo Stato per tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi.

Con la legge n° 225 del 24/02/1992, l’Italia ha organizzato la Protezione Civile come “Servizio Nazionale”, coordinato dal Presidente del Consiglio dei Ministri e composto dalle amministrazioni dello Stato, centrali e periferiche, dalle Regioni, dalle Province, dai Comuni, dagli enti pubblici nazionali e territoriali e da ogni altra istituzione ed organizzazione pubblica e privata presente sul territorio nazionale.

ORIGINI
Il gruppo volontari di Protezione civile del Comune di Porto Recanati è stato istituito con deliberazione di G.M. n° 39 del 23/03/2006, in linea con la normativa regionale ed a seguito delle domande pervenute da parte dei cittadini, i quali, intendevano iscriversi nel gruppo comunale dei volontari, tramite la pubblicazione di un avviso.

Con lo stesso atto, è stato approvato anche il verbale riguardante la formazione del gruppo comunale dei volontari di protezione civile,al fine di rendere operativo il gruppo; e tra l’altro, sono stati nominati sia  il coordinatore tecnico che i capi squadra.

ATTIVITÀ:
Compito istituzionale del gruppo è l’intervento in soccorso della cittadinanza in situazioni di emergenza, dovute a calamità naturali o ad altro, che vede coinvolto il territorio comunale.

I volontari sono anche impegnati in attività di assistenza alla popolazione in occasioni delle manifestazioni che si svolgono nel Comune di Porto Recanati.

Per l’attività di soccorso al di fuori del territorio comunale, si fa riferimento alle normative regionali.

Tra gli interventi d’emergenza più rilevanti, effettuati dal gruppo, ricordiamo l’alluvione nel territorio di Osimo (2006), assistenza ai pellegrini durante al visita del Papa (Loreto 2007).

ORGANIZZAZIONE:
Le attività del gruppo sono disciplinate da un regolamento organizzativo.
Il gruppo è organizzato in n° ….. squadre, i cui responsabili, sono eletti unitamente al coordinatore del gruppo.

1)      INTERVENTO SUL TERRITORIO;
2)      LOGISTICA;
3)      COMUNICAZIONI;
4)      MEZZI;
5)      SOCIO ASSISTENZIALE;

I VOLONTARI DELLA PROTEZIONE

Chi sono e come si diventa

Descrizione

Il volontariato è un fenomeno trasversale che coinvolge migliaia di uomini e donne di tutte le età, persone diverse per stato sociale e culturale, che dedicano parte del loro tempo agli altri e alla collettività.

Con lo sviluppo della cultura di Protezione civile intesa non solo come soccorso, ma anche come attività di previsione e prevenzione delle calamità, si è anche rafforzato e valorizzato il ruolo del volontariato di Protezione civile.

Si è passati ormai dalla concezione occasionale del volontariato che, su base personale partecipa alle operazioni di soccorso, a quella più efficace ed efficiente di un’organizzazione coordinata secondo le necessità di Regione, Provincia e Comune.

Profilo volontari

Il volontario è un elemento insostituibile nell’organizzazione di Protezione civile proprio perchè presta la sua opera in maniera gratuita, mettendo a disposizione della collettività la propria professionalità e il suo tempo libero.

Il cittadino che vuole diventare volontario di Protezione civile deve avere:

- ragionevole disponibilità di tempo,
- ottimo spirito di adattamento nelle situazioni di emergenza,
- capacità di rapporti interpersonali nel rispetto degli altri,
- capacità di sostenere ritmi di operatività con adeguato equilibrio emotivo,
- capacità di lavorare in gruppo con pari dignità fra i vari componenti,
- umiltà e correttezza nelle mansioni assegnate,
- spiccato senso di responsabilità e solidarietà.

Come si diventa volontari

Si entra a far parte del gruppo comunale volontari di Protezione civile del Comune di Porto Recanati presentando la domanda di ammissione.

Dopo l’accettazione della domanda, l’aspirante volontario assume la figura di allievo per un periodo di addestramento teorico/pratico di sei mesi.

Durante il periodo di addestramento, all’allievo verrà assegnata unicamente la divisa in dotazione al gruppo, a seconda delle disponibilità economiche dello stesso.